alimentazione sana-mele-allergia-dieta

Allergie, diete, intolleranze: cambiare regime alimentare influisce sul nostro benessere?

Portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. […] E ad un tratto il ricordo m’è apparso. Quel sapore era quello del pezzetto di Madeleine che la domenica mattina la zia Leonie mi offriva dopo averlo bagnato nel suo infuso di tè.”

[Proust – Alla ricerca del tempo perduto]

Il cibo non è solo nutrizione ma è cultura, spettacolo, ricordi e aggregazione. Per questo motivo, un cambiamento del regime alimentare non è solo una rinuncia a un determinato cibo ma comporta una vera e propria variazione delle dinamiche sociali e del proprio stile di vita.

Queste modifiche possono alterare il senso di stabilità personale cioè destabilizzare, favorendo l’insorgere di emozioni negative come tristezza e frustrazione e l’attuazione di strategie di coping (modalità di fronteggiare gli eventi stressanti) non adattive come evitamento e isolamento. Conseguentemente a ciò vi è una riduzione delle possibilità esistenziali e una diminuzione delle progettualità lavorative, sociali e relazionali (vengono cioè limitate uscite, vacanze, appuntamenti…).

Ne deriva che benessere e qualità della vita della persona con problematiche alimentari e dei famigliari che se ne occupano (in caso di adolescenti e bambini) diminuiscano in special modo nei periodi più prossimi alla diagnosi che spesso risulta di difficile accettazione. Numerosi studi mostrano inoltre come le persone con allergie alimentari abbiano più probabilità di sviluppare stanchezza cronica, ansia e depressione.

È pertanto fondamentale non sottovalutare le patologie legate all’alimentazione e rivolgersi a uno specialista in caso di problematiche psicologiche ad esse correlate.

Se hai dovuto cambiare il tuo regime alimentare e sei in difficoltà, puoi lasciare un commento con la tua esperienza o contattarmi al 3357251196 o a [email protected]

Bibliografia:

– Ferro M. A., Emotional and behavioral problems in adolescents and young adults with food allergy, European Journal of Allergy and Clinical Immunology, 2016

-Polloni L. et al, Coping strategies, alexithymia and anxiety in young patients with food allergy, European Journal of Allergy and Clinical Immunology, 2017

-Siniscalchi M., Fatigue in adult coeliac disease, Alimentary Pharmacology and Terapuetics, 2005

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *